PRONOSTICO E ALMANACCO


STUPENDO E MARAVIGLIOSO


SOPRA L'ANNO PRESENTE


Calcolato dall'eccellente astrologo e professore dell'arte indovinatoria

Mastro Filindente dalle Rocche, dedicato a Ceccobimbo Pentolaio,


NEL QUALE S'INTENDONO I STRANI AVVISI


da diverse parti del mondo, cose notabilissime e degne da essere intese

Di Costantinopoli

S'intende come il Soffi ha fatto armare un esercito grande di Saltamartini, tutti a lancia e stocco, per andare all'impresa de' pappagalli di Sorìa, i quali hanno assediato dieci civette nostrane sotto Lamech, onde s'e scoperto un trattato fra Cesena e Forli di cinquecento cipolle contra 'l formaggio sardesco; e se non fosse state un mamalucco, era gran disordine fra le zucche marine verso i meloni di Chiozza; pure hanno fatto pace e per l' allegrezza il pesce salato ha fatto quattro giorni festa per havere havuta notitia che l'olio di Toscana potrebbe ascendere que­st'anno al prezzo d'un cavallotto la libra, la qual cosa sarebbe grand'utile a' pescatori.

Di Praga

Dicesi esser successo un gran tumulto fra le scimmie di Babilonia, e le cicogne d'Egitto per esser andata un'oca salvatica alla corte del gran Tamerlano ad accusar duoi cucchi pelati i quali volevano tradire gli allocchi dell' Arabia Felice; e si faceva un gran conflitto se un luzzo marinato con spada e cappa non havesse sostentato che i ragni non son cicale: onde si sono acchetati, con patto che il grano non cali del prezzo qual si trova al presente, il che si spera si farà, se pero quelli che l'hanno sul granaro non mancano del debito loro, la qual cosa e difficile da credere.

Di Moscovia

Dicono che una gatta soriana ha portato nuova: che le zenzale fanno gran preparamento per venire ad assaltare Malalbergo quest' anno che viene, e che perciò un colombo favazzo, disputando con una pecora, ha sostentato che la malvasia di Candia e migliore assai che non e l'acqua del Po, onde per segno di gratitudine le rane ferraresi hanno ordinato di fare un torneo dove ha da giostrare un gallo padovano contra un capretto di montagna, tuttavolta però che le candele di sevo non passino soldi sei la libbra, perche si bucina che le sien per andare, e si fermas­sin pur ancora lì.

D'Anversa

Son gionti gli avvisi come le mosche si ritireranno per tutta questa vernata a i Bagni di Lucca, e che un gran numero di frittelle si son messe in punto per andare a campare su la riva dell'Olio per pigliare la tenuta del pesce fritto; e ciò gli sarà facile, essendo il butirro nel supremo grado, e n'è per crescere ogn'hor di conditione benché si dica che le cassine habbino a far bene quest'anno per la gran copia delle Bergamine, che abbondano ne i pascoli di Borgo Novo, Frassinago, etc.


Di Zelanda

Alli giorni passati, su l'hora del digerire, comparve un pipistrello vestito alla turchesca il quale afferma che la Regina d'Inghilterra è femmina; onde cento grilli armati alla giannizzera hanno mosso guerra al re de' Cicaloni, e si tiene che sarà una gran distruttione fra l'ostriche e le frittate per rispetto dell'appetito che regna in campagna, col rovinare affatto questi paesi se non se li oppone il re di Danari, il quale a tutta sua possanza non vuole che i marroni e le castagne passino quest' anno sei bolognini il quartirolo, se però da qualche buona persona compassionevole a i nostri vicini non ne mandasse per sua grazia qualche sacco giù del contado, che ci potrebbe accadere facilmente.

Di Malta

Si dice che il re de i scoiattoli ha fatto fare un riparo di lasagne alto quattro braccia con la fodra di ciambellotto per vietare il passo al grande armiraglio delle prugne secche, il quale ha dritto l'esercito verso gli antipodi per far giornata con le talpe, le quali hanno occupato il regno delle lucerte havendone scacciato il marescial del re delle lumache; e se la cosa va innanzi, si spera che la cera bianca andrà al prezzo di lire dua e soldi cinque di moneta venetiana la libra; non passerà troppo, perché le vespe quest' anno hanno havuto troppo l'asciutto e non si son potute andare a bagnare il becco, imperò le medicine non saranno troppo dolci, perché si troverà poco mele.

Di Corfù

E' giunto un corriero sopra una galera, il quale dà avviso come quattro pavoni indiani sn passati nel paese de' barbagianni, per spiare a quanti dì viene l'Epatta quest'anno; ma sono stati troppo tardi, perché sono stati scoperti da un bracco francese e hanno havuto di grazia di salvar la pelle, perché il general delle cocuzze s'è scoperto con un mastro di scrima ch'imboscava de' pentolini senza manico, ed era per trattarli male, se essi nonsi contentavano che i beccari potessero dare un'oncia o dua di manco per libbra di carne, e hanno havuto la grazia, ma ser Bilancione, quando la non è giusta, gli dà nella borsa.

Di Famagosta

Della mentita che diede il prencipe de' carchiofi al duca delle penne di lodola non se ne parla più, perché le pogliole che vengono alla fiera di Pavullo hanno fatto collegio sopra di ciò e hanno concluso che un ruffiano non possa metter fava né por partito se prima non mostra il privilegio d'essere stato blasonato 25 o 30 volte almeno.

D'Alessandria

Alli quattro del mese passato passò una pulice vestita alla cipriota sopra un cavallo di legno, né si sa dov'ella si vada, e perciò è nasciuto un gran sospetto fra 'l principe de' cevali salati e l'arcicucco delle lattughe agreste per l'inimicitia antica che fu già fra 'l re delle scopette fruste e quello de' pistacchi freschi, e si dubita di qualche nuovo tumulto, essendovi interessato il gran mastro della busecca milanese e 'l gran priore de' lumacotti senza guscio, e se la cosa va innanzi, che il cielo nol voglia, i villani doventeranno ladri affatto, perché di natura ci hanno grandissima inclinatione.

Di Carpentras

La presa delle pastinache non è stata vera, anzi, ché il capitano della Gattafura ha havuto da fare a salvarsi ed è restato morto il colonnello de' reatini, e se non erano dui matarazzi vecchi, ogni cosa andava sottosopra, e già quattro violoni da gamba son saltati in campagna per rovinare la fortezza de gli storioni, ma il trattato è stato scoperto da un formaggio marzolino, a tal che si son ritirati adietro, ma si va dubitando che questa primavera non si facci qualche disordine, perché gl'ignoranti vanno più crescendo di conditione, sì che facilmente toccherà alla virtù a dare al cane, perché pare adesso che il mondo cammini così.

Di Lucimburgh

Si partì sabato di notte a hore 4 e braccia 36, un spadone da una mano e mezza dalla corte della regina di cartone per andare affrontare 10 manichi di chitarra, i quali vanno alla volta di Calecut per ammazzare il colonnello de' bordigoni, e ha concesso a lui 25 dozzine di bottoni fatti a ghianda, bravi al possibile; e se la cosa va inanzi, come ha animo che vada, gli sarà dato per premio la rocca de i fonghi salati con quattro poderi su quello della Pulice, e sarà correttore pubblico della setta asinesca, la quale usa grande insolenza col bacolo a i poveri adolescenti, cerberandogli senz'alcuna discrettione.

Di Castracuc

L'improvvisa partita del duca dell'anguille affumate ha dato da sospettare a molti, e si va dubitando di qualche stratagemma fra esso e la regina delle trute, perché già vi era un poco di disparere fra loro, che tanto più è cresciuto il sospetto, quanto che un finocchio salato è passato su le confine de gli spinaci salvatichi con un grosso esercito di porri armati alla moresca e hanno tagliato a pezzi 50 cocomeri che non vi havevano colpa nessuna; onde per tal crudeltà un capezzale di penna d'oca è saltato in campagna con 400 scannelli da liuto e hanno fatti prigioni 50 scartozzi di pepe lungo, i quali andavano in soccorso de' fagiuoli cremonesi; e se non era un par di calze alla siviliana e dieci giubboni antichi, andavano in galea vista la presente per haver occultato un paro di stivali di vacchetta che erano saltati fuor di gamba a un vetturino, il che poi è stato cagione che l'Accademia della Crusca ha burattato l'opere del Tasso, né si sa per ancora a chi è restato la semola nel naso.

Di Ratisbona

Alle cinque hore di notte fu svaligiato il corriero del prencipe delle cappe marine, e si tiene che sieno stati dei lupini senza guscio, i quali sono capi de' banditi in quelle parti, e si fa gran diligenza per haverli nelle mani; e già hanno preso quattro moccoli da lanterna, e postoli alla tortura hanno confessato che le broccole di Napoli volevano imbarcarsi per andare alla volta del giardino Esperio, per congiungersi con altrettanti ravanelli e far una razza di cedroni da friggere, i quali col tempo dovessero fare le vendette fatte al re delle fragole; ma sono state trattenute fin tanto che venghi la resolutione della consulta che s'ha da fare per trovare un luogo a gl'ignoranti, che non habbino mai a trattare con altri se non con le bestie, perché hoggidì i disgraziati, ancorché bene faccino, non gli è creduto cosa che dicono per le chiacchiere delle lingue.

Di Serbellona

E' giunto in questa città un mastro di scrimia molto eccellente, il quale insegna di tirare certi mandritti a i piatti, che è cosa stupenda; e ha certi colpi sicuri da cavar le borse fuor delle saccoccie, e mostra due o tre botte ingegnose da rompere le botteghe e altri bei secreti; e sino adesso ha fatto de gli scolari esperti in simil arte, onde si spera che quest'anno debba essere un gran raccolto di ladri, se il vento delle forche non secca le spighe, che allora poi la tibia si farebbe in pubblico, essendo l'aria della piazza stata nociva sempre a quelli che nell'andare nella Garfagnana passano da Rubiera.

Di Valenza

Hieri di notte passò uno straordinario con lettere del re delle mosche cagnine, e si tiene che vadi alla corte del re di spade a dar la nova del nasciuto figliuolo della principessa de' fiori di sambuco che, essendo egli il primogenito, viene havere per successione il regno de' tacconi vecchi co 'l ducato delle carote salvatiche e altre terre e castelli che sono nella provincia del re delle pastinache; e si fa gran festa per tutto il territorio de' beccafichi, e per l'allegrezza hanno fatto che gli spetiali si possono far pagare un recipe il terzo più di quello che vale, e così sia.

Di Francfort

Si è havuto avviso che l'armata del re di bastoni s'è accampata sotto la città delle cavallette e ha cominciato a battere dalla banda verso mezzo dì, ed è saltato in campagna il principe delle giraffe con quaranta mila penne di pavone e vanno abottinando tutta la provincia de gl'ignoranti, a tale che non si trova pure una spia in quelle bande, per rispetto del re di bastoni, che le ha scacciate via di quei confini; pur si spera col tempo che le debbino essere rimesse in stato dal re di danari, il quale ha sempre havuto particolar cura di quelli c'hanno soffiato secretamente nelle minestre fredde e che volentieri pigliava commercio e poi ti tradiva, a tal che nessun si poteva fidare.

Di Salerno

Dicesi che è giunta la nave che veniva dal Perù e ha portato mille sacchi di speranze da dispensare a i cortegiani e alle cortegiane antiche, e cinquanta casse di cerimonie da distribuire a gli spagnuoli, e quattrocento botte piene di bugie, da compartire a i canta in banco, ciarlatani e simili; e per quanto s'intende, nella detta nave si trova un gran numero di barili pieni di doglie vecchie, di catarri, di croste, e pelarelle, le quali tutte manda un gran signor francese alle cortegiane d'Italia, con patto che elle ne debbano far parte a i loro innamorati, ma farsi pagar prima per poter rifar le spese fatte per viaggio, sotto pena, non facendo, d'esser elle castigate stranamente dal detto signor francese, o veramente star di sotto all'acqua del legno con pazienza.

Di Messina

Dicesi che l'altra notte a hore sei e un quarto si scoperse un gran segno sul mostaccio a un siciliano, e da gli astrologi è stato concluso che detto segno minaccia stranamente i ruffiani, onde siano molto destri nel portar ambasciate d'amore per rispetto all'acqua del legno, che purga tali humori molto nobilmente; però chi è interessato in tal professione vadi lesto, perché molte volte, come disse quel gran poeta, alcun non può saper da chi sia bastonato, perché molte volte l'huomo si crede che trionfi danari e trionfa bastone, o spada, e a chi la tocca, tocchi.

Di Ostia

Si va tuttavia argumentando il male della poltronaria in quelle parti e si dubita che non si dilati ne' nostri paesi ancora, poiché adesso novamente si è scoperto un gran numero di debiti, i quali sono stato occulti fino ad hora, e si tiene che vi debba essere un gran romore, pur si farà qualche dilatione di tempo; in questo mezzo, non si manchi di far stampare de' madrigali da mandare a coloro c'hanno fatto il debito loro, i quali cominciano: “Citetur coram hominibus, etc”, e chi non risponderà per le rime, il mobile andrà a passeggiare per piazza.

Di Sardigna

Per l'ultimo ragguaglio delle navi che vengono dall'isola perduta, s'intendo come il re delle nespole salate ha fatto fare una fortezza alli confini delle scarpe rotte, e vuole che tutti i baroni di piazza possino andare furfantando per tutta la città e, per non lavorare, che loro un giorno alla settimana gli sia concesso menar l'orbo a mano e far a metà del guadagno per poter star grasso la domenica mattina con un pezzo di pecora e una tiera di pane.

Di Lovagna

S'intende come la barca de' lascivi ha havuto grandissimo naufragio nel golfo de' pazzi, e anco perso molti barili, ne' quali si tiene che fossero pieni di varii capricci e humori fantastichi; onde la salsa periglia è saltata fuori per provvedere alla gran guerra quale è fra le doglie frigide e humori falsi, se ben si tiene che le parti sieno ostinate per rispetto della luna, che gli domina assai; pur hanno fatto tregua per alquanti giorni, ma l'uno non si fida dell'altro e si dubita che quest'autunno, se non è fatta capace, si daranno delle croste insieme e chi vi si troverà vi lasserà del pelo, e forsi anco il naso.

Di Croatia

Dell'assedio della montagna de' macaroni non se ne parla più e si crede che quelli di dentro si siano resi affatto, e in vero è stato buon fatto perché stavano su l'ostinatione e 'l formaggio piacentino montava tanto in superbia che rovinava la sorra di Sicilia; la qual cosa era di grandissimo danno a quelli che vendono cavoli capuzzi per rispetto delle coluori, che ancor loro si volevano metter al pari delle noci con dire ch'è più saporita l'agliata nostra che quella delle noci; imperò i meloni si messero in fuga verso i porri fritti, e se non era una civetta facevano tanta rovina addosso i buffoni che gli havrebbono tagliati a pezzi con dire che non sanno far niente, se bene v'è qualcheduno che sia virtuoso, il resto sono tutti da bastonare i pesci.

Di Cracovia

Si ragione che quest'anno le cicogne fanno la diete nella città delle grue e vi sarà il prencipe de' fagiani e quel delle vessiche di porco, e così si tiene che debba esser per trattare quello che s'ha da fare a difendere le tavole de' gentilhuomini dall'importunità di certi gnattoni e parassiti, i quali diluviano il mondo e a guisa di mosche vogliono gustare di tutti i cibi; con dire quattro nuove antiche e due cantafavole empion l'orecchie altrui di chiacchiere e le panze loro di buoni pastizzi e altri grossi bocconi; e come se sonassero d'organo, fanno le ricercate per tutti i piatti e sono causa che mille virtuosi modesti e ben creati si muoiono di fame perché l'adulatione è la rovina de gl'ambitiosi, e Dio scampi ogn'uno da simil peste.

Di Salamanca

E' successo in quelle parti un gran disordine fra i ragni e le cicale per rispetto della carne di pecora, che voleva precedere a i galli di Puglia, ma è stata battuta e castigata come meritava, e se non era un pasticcio di porco salvatico, ella era bandita in perpetuo; ma è stata rimessa, con patto ch'ella stia discosto alle case de' grandi, sotto pena d'esser bastonata ben bene lei e il guidator che le conducesse in simil case; però stiano avvertiti gli spenditori, che non gli sia attaccato alla pecora in cambio di castrato, perché non ci mancano di quelli che sanno fare simile metamorfosi.

Di Barletta

Si dice che in quelle bande hanno mandato un bando che un poveretto che non habbia un feudo non lo possi scambiare né tampoco spendere, onde perciò gli alchimisti si sono ritirati alla Torre del Fondo, per far la prova dello Elixir col mercurio e 'l barba Burissa per trovar la vena dell'oro, e se la possono imbroccare, come hanno ferma opinione, havranno d'entrata dodici mesi all'anno con un privilegio autentico di poter lambiccare il cervello di continuo, e portar il mostaccio affumato tutto quanto l'anno senza rendere obbedienza all'arte de' magnani e alli spazzacamini.

Di Cipri

Si partì l'ambasciatore de' calabroni per andare alla corte del re delle puine fresche, e ha havuto gran fortuna nel mare de' balordi; pure è giunto salvo al porto delle mandragole e si dice haver havuto un privilegio dal re di coppe che tutte le cortigiane di Busleca possino stare tutta questa vernata a filare al fuoco de' spagnuoli, trattenendosi con de' pistacchi gialdorati e che, occorrendo, possino apparecchiarsi su le ginocchia e mangiare con i guanti in mano per più delicatezza, e di più, che elle si possino salvare l'appetito da un giorno all'altro, gratia che altre volte hanno havuta sì, ma non tanto privilegiata come havranno quest'anno.

Di Provenza

Si parla manifestamente della gran rotta data nuovamente dal re de' mosconi alle quaglie, e come le gotte son montate in superbia e hanno cominciato a stroppiare assai persone; i capponi si sono lasciati intendere che senza essi non si può fare banchetto, ma sariano stati castigati se un zampetto di porco con faceva fede che le ballotte su le galline cotte adesso sono migliori assai che non è una scudella di ceci; onde si sono quietati, con patto che le pernici e fagiani non debbano mai per tempo alcuno entrare in casa de' poveri huomini; e un gusto padoano ha promesso per loro ed è passato il partito.

Di Granata

Si tiene che il re delle cocuzze debba passare questa primavera nel paese de' cocomeri per conquistare la città delle lucerne pistolese, la quale s'è ribellata al re delle braghesse antiche; e hanno fatto gran perparamento di rape cotte per battervi la muraglia e tuttavia s'aspetta soccorso, e hanno fatto maestro del campo il prencipe delle stringhe rotte, il quale fino ad hora ha discacciato dalla provincia delle berette vecchie il prencipe dell'anguille affumate; e si tiene che questa debba essere una delle gran rotte che siano mai state fatte da quella del Coliseo in qua, se non glie lo vieta il re delle bottarghe, perché s'intende ch'egli ha cavato un salvo condotto dal re delle volpi vecchie che i fattori possino tal'hora, se li torna comodo, dare un sgraffignotto alla roba de' lor patroni senza incorso di pena alcuna, e credete che saranno serviti.

Di Palermo

Si ha havuto notitia chi fu il primo che facesse la salsa verde su i ranocchi fritti, ed è stato castigato l'usurpatore di tal secreto, e ogni cosa andava a rastello se non si scopriva il trattato, ma un par d'occhiali dalla vista grossa hanno provvisto a tal disordine, con patto che gli affittuarii possino scorticare i villani tutto l'hanno senza remissione alcuna, e hanno promesso di farlo.

Di Sarzana

Per lettere d'un morgon di valle s'intende come 500 nasi siciliani si son fatti tutti un capelletto d'acciaio per andare a dar l'assalto a un esercito di servitiali che passano per Puglia; e vi sarà più da fare che non si pensa, perché si dice che le regole di Prissiano son montate sul cavallo del Gonella, per andare sopra i monti Pirenei a pigliare il secreto da guarire la sciatica; e saranno qui quanto prima se i tordi arrosto non gli tengono il passaggio, perché, per quanto s'intende, essi hano havuto la fortezza dei formiconi dal re de' ghiandarotti, con patto che i sartori possino talhora stroppiare una veste per avanzar un braccio o due di roba.